Persönliche Beratung +49 4792 / 9557080

la nostra tecnologia

Come funzionano i pannelli invisibili cerasonar

La costruzione dei pannelli cerasonar DML è molto particolare, anche se si tratta di una tecnica già nota dagli anni ’30. A differenza dei diffusori convenzionali, la superficie dei pannelli piatti cerasonar non si muove come un pistone, ma vibra microscopicamente su tutta la superficie con un’escursione massima di soli 0,3 mm (Distributed Mode Loudspeaker). Immagina che il pannello sia composto da migliaia di piccoli altoparlanti impegnati a riprodurre ogni singola nota musicale distribuita uniformemente su tutto il pannello. Rispetto ai diffusori a cono, i pannelli DML cerasonar irradiano l’intera gamma di frequenze sia orizzontalmente che verticalmente quasi uniformemente con un angolo superiore a 170°. Poiché la pressione sonora non diminuisce con la distanza come nei sistemi di altoparlanti convenzionali, la distribuzione del suono è uniforme su tutta la gamma udibile e offre un’esperienza stereo davvero unica.

Le fondamenta

I diffusori acustici invisibili cerasonar sono costruiti in base al concetto che in ogni altoparlante il componente chiave è la membrana che lo costituisce. Il nostro fondatore, Ulrich Ranke, ha convogliato tutti gli studi relativi alla membrana ETON Hexacone (brevettata negli anni ’80) nello sviluppo dei pannelli cerasonar, utilizzando una superficie sonora molto rigida, leggera ma ben smorzata.
Completamente senza componenti crossover, i pannelli acustici invisibili cerasonar raggiungono una gamma sonora molto equilibrata. Questo è particolarmente evidente nel caso di materiali musicali più complessi, come la musica classica o il rock, ma anche più generalmente grazie ad una riproduzione naturale del suono.

La nostra tecnologia proprietaria

A metà del 2006 abbiamo iniziato lo sviluppo del prino trasduttore cerasonar, il sistema motore e il nostro primo modello di pannello acustico invisibile. Nel 2010 abbiamo rilasciato il nostro exciter XT 5500 FF37 e abbiamo depositato la domanda di brevetto per il sistema proprietario “MCC” (Mode Control Correction). Questa speciale tecnologia garantisce un suono naturale grazie al corretto smorzamento delle interferenze modali. Un grande passo avanti per assicurare una qualità del suono eccellente.